La danza del Gorilla di Sandrone Dazeri tratta di una storia di emarginazione in una società senza scampo

La danza del Gorilla di Sandrone Dazeri può essere considerato senza dubbio alcuno un libro molto affascinante per una storia a tinte fosche dove il disagio mentale rimane un vero e proprio motivo per essere additati e messi in un angolo rischiando di non riuscire ad adeguarsi ad un mondo sempre più esclusivo. Quindi devi riuscire a nascondere la tua anima e te stesso nella speranza di essere se non accettato almeno non trattato come un individuo strano e pericoloso.

Il Gorilla ha eseguito la sua danza per tutta la sua vita seguendo i ritmi cadenzati della società e del comune sentire cercando, in una danza coreografata, di non sbagliare nemmeno un passo. Ed il nostro primate è stato molto bravo in questo continuo e stancante ballo senza sbagliare una mossa o un passo ma a volte, quando ti colpisce una pallottola a ciel sereno in testa, tutto tende a saltare creando una serie di problemi anche abbastanza seri col continuo e sfibrante balletto. Allora cosa fare? Spostarsi ad Amsterdam e farsi aiutare dalla marijuana ma se il passo non è più quello diventa difficile ritornare a ballare in modo opportuno e rischi di ritrovarti coinvolto in situazioni per niente piacevoli, quali? Noi di LCZ cerchiamo di non svelare molto del libro perché uno tra gli aspetti più interessanti è la scoperta di una storia delicata e nello stesso tempo molto bella e delicata.

La danza del Gorilla di Sandrone Dazeri è sicuramente un libro interessare da acquistare e leggere, un libro che non dovrebbe mancare tra le proprie letture.